[Diario di bordo] CMDR Ryan Percival Ward

Sezione dedicata ai diari di bordo e biografie dei vostri CMDR
TheMind
Addetto
Messaggi: 34
Iscritto il: lunedì 10 dicembre 2018, 20:35
Località: Guidoni Dock, Wolf 1230
Piattaforma: PC
bio: www.davincicorp.it/bio.html@1052
"mi piace" dati: 11 volte
"mi piace" ricevuti: 1 volta

[Diario di bordo] CMDR Ryan Percival Ward

Messaggioda TheMind » domenica 16 dicembre 2018, 23:24

16 dicembre 3304 - Guidoni Dock, Wolf 1230
Diario di bordo del Sergente Ryan Percival Ward


Qua il Sergente Ryan P. Ward, pilota indipendente iscritto alla flotta della Da Vinci Corporation nella Area Science & Exploration, a comando della U.S.S. Washington, classe Anaconda.
Sono iniziati i preparativi per la grande spedizione. Sono stato assegnato a una missione esplorativa di massa fino al cosiddetto "Beagle Point", al vertice opposto della nostra immensa galassia. L'equipaggio della nave è pronto, in questo momento penso stiano effettuando i primi controlli. In data odierna ho eseguito un viaggio in solitaria fino al sistema Deciat per incontrare l'Ingegnere Felicity Farseel, nota per la sua grande capacità di modifiche per equipaggiamento esplorativo: a costo di numerosi materiali rinvenuti a seguito di precedenti missioni, sono riuscito a migliorare il mio HyperDrive in modo da poter coprire maggiori distanze. Durante il ritorno ho preso una deviazione per una breve sosta di rifornimento, riparazione e consegna dei dati esplorativi rinvenuti presso una stazione in una situazione critica, segnalata dal Consiglio di Sicurezza della Corporazione. Al momento della consegna, ricevo una trasmissione sullo schermo del ponte di comando dalla Federazione dei Piloti, la quale ha deciso di promuovermi al grado esplorativo di Pathfinder. Buone notizie, insomma.
Ora sono nelle prossimità della stazione dalla quale questa comunicazione verrà pubblicata, la Guidoni Dock a Wolf 1230, cuore della Da Vinci.
Diario di oggi terminato, mi ritiro nelle mie stanze private per riposare, il computer di bordo calcolerà automaticamente la rotta e chiederà l'attracco in stazione.

AURORA, spegni la registrazione.
Immagine

Immagine

TheMind
Addetto
Messaggi: 34
Iscritto il: lunedì 10 dicembre 2018, 20:35
Località: Guidoni Dock, Wolf 1230
Piattaforma: PC
bio: www.davincicorp.it/bio.html@1052
"mi piace" dati: 11 volte
"mi piace" ricevuti: 1 volta

[Diario di bordo] CMDR Ryan Percival Ward

Messaggioda TheMind » mercoledì 20 maggio 2020, 9:35

20 maggio 3306 - Guidoni Dock, Wolf 1230
Diario di bordo del CMDR Ryan Percival Ward


Buongiorno AURORA. Giornata snervante quella di oggi, già lo prevedo. Mi attendono ore di pacchetti e pacchettini, la dannata DaVinci ha deciso di emendare il proprio Statuto per trasformarne l'assetto fondamentale in una Corporazione. L'ex Ammiraglio avrà battuto la testa contro un muro, altrimenti non si spiega! Che roba. Ma lasciamo stare, sennò non comincio più il lavoro. Maledizione...
Mettendosi al lavoro tra le scartoffie, trova una foto di un anziano signore, sulla quale Ryan si sofferma con lo sguardo.
Guarda AURORA, questa foto. Quanto tempo... Il caro, vecchio Joseph Ward. Era mio nonno. Prima che morisse, nel 3296, mi era sempre vicino; era come un padre per me. La sua morte mi colpì notevolmente, fui come gettato di colpo in mezzo ad un branco di lupi... almeno finché non trovai la DaVinci.
Sospira, osservando le pareti del proprio studio, a bordo della V.N.S. Washington, assorto nei propri pensieri...
Il suo corpo non fu mai ritrovato, maledetti alieni... Adesso che ci penso, AURORA, fra pochi giorni avrebbe compiuto gli anni... E' ora che parta nuovamente, devo trovarlo. E se mi riesce, onorarne la memoria una volta per tutte, nel luogo che avrebbe sempre voluto raggiungere. L'avverso destino non glielo consentì mai. E' ora di partire AURORA, a Beagle Point. Raggiungere quella meta che segna la volontà dell'uomo di spingersi oltre, di raggiungere i confini del conosciuto, varcare quel limite che i nostri antenati nemmeno immaginavano potesse esistere.
Richiama l'equipaggio e prepara la V.N.S. Washington per un lungo viaggio, AURORA. E' ora di partire.
Mi attende l'Atomic Bar, quell'usuraio del barista deve ancora saldare un vecchio conto con il sottoscritto: una cassa di MoscowAtomic. Ora non riesco a pensare alla burocrazia di quei pazzi al Consiglio di Amministrazione. Che roba... fino a ieri impugnavamo le armi, oggi archiviamo dei fogli digitali.
Per Aspera ad Astra.

AURORA, spegni la registrazione.
Immagine

Immagine


Torna a “Diari di bordo”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti