[DIARIO DI BORDO] CMDR FRANKS_ITA

Sezione dedicata ai diari di bordo e biografie dei vostri CMDR
Avatar utente
FRANKS_ITA
Sergente
Messaggi: 22
Iscritto il: martedì 4 luglio 2017, 17:31
Piattaforma: PS4
bio: www.davincicorp.it/bio.html@560
"mi piace" dati: 9 volte
"mi piace" ricevuti: 4 volte

[DIARIO DI BORDO] CMDR FRANKS_ITA

Messaggioda FRANKS_ITA » lunedì 24 luglio 2017, 17:08

L'inizio

Diario di bordo del CMDR FRANKS_ITA
Data astrale: 15/07/3303


Finalmente sono riuscito ad entrare in DVC. Ancora non riesco a credere che finalmente sono entrato in una delle più forti corporazioni della galassia. Ma come sono arrivato fin qui? E soprattutto chi sono?
Per rispondere a queste domande dobbiamo fare un piccolo passo indietro nel tempo fino al 3282 anno in cui, probabilmente, io sono nato. Non ho mai conosciuto i miei genitori so solo che fui ritrovato all'età di circa 2 anni da un mercante e un meccanico che mi tennero con loro.
I loro nomi sono rispettivamente Harry e Kevin. Mi raccontarono di essere nel sistema di Tatunya per sfuggire ai controlli imposti dalla federazione sull'importazione di Fujin Tea e che, durante il loro viaggio, si accorsero di non essere soli. Infatti mentre attraversavano il sistema saltarono fuori dall'iperspazio 3 navi , delle quali nessuna corrispondeva ai modelli da loro conosciuti. La fortuna vuole che Kevin, il quale oltre che essere il meccanico era anche il pilota della nave, viaggiasse in silent mode, solo per questo motivo le altre navi non li notarono. I 2 curiosi (per mia fortuna) scelsero di seguire le navi che li portarono sul pianeta Tatunlio, un pianeta roccioso in grado di ospitare la vita. I 2 arrivarono un po' tardi in quanto le 3 navi, che dovevano ospitare un gran numero di equipaggio, razziarono e rapirono gli abitanti della piccola città che sorgeva nel pianeta. Infatti i loro scanner non ritrovarono tracce di vita nella città. Però quando i 2 setacciarono un po' il pianeta a circa 10 km di distanza dalla città mi trovarono. Dissero che ero in una specie di rifugio sotterraneo e che non avevano idea del come mi portarono li. Infatti anche se le navi fossero state avvistate ore prima del loro arrivo nessuno avrebbe avuto il tempo di portarmici.
Questo resta il più grande mistero della mia vita. Non so perchè i miei genitori mi abbiano lasciato li, forse erano con me e presero solo loro ma è assai improbabile oppure sapevano del loro arrivo e, sapendo che non vi era nulla che li potesse sconfiggere, scelsero di nascondermi ma la domanda resta la stessa: dove diavolo sono finiti?
Ho cercato informazioni sul pianeta, su quella città e su quelle dannate navi ma non ho trovato niente, come se niente fosse mai successo. Ho trascorso quindi i primi anni della mia vita nello spazio, ormai ce l'ho nel sangue. Harry e Kevin hanno continuato la loro attività fino a quando compii 14 anni. Non ho mai capito appieno cosa comprassero e cosa vendessero quei 2, ero troppo piccolo per capire ancora e loro non se la davano a vedere così facilmente. E quindi dopo 14 anni, dopo aver racimolato un bel po' di soldi e 2 donne si diedero all'esplorazione di un pianeta da colonizzare lontano dalla società per avere una famiglia tutta loro, non che io non fossi come un figlio per loro ma bisogna capire che sono 2 cose completamente diverse. Ed è in quel periodo che feci volare la mia prima nave : nella stiva tenevano un caccia, un imperial eagle, rubato in seguito ad un accordo andato male con dei bounty killer dell'impero e quella fu l'esperienza più bella che io abbia mai provato, naturalmente sapevo già come funzionava la parte meccanica ed elettrica della nave grazie a Kevin e grazie a Harry ero a conoscenza delle leggi del mercato e questo mi ha aiutato non poco nella mia vita. Verso i miei 15 anni trovammo il pianeta roccioso perfetto: atmosfera, acqua allo stato liquido e temperatura tra i 50 e i -30 gradi. Passai li un anno e mezzo circa e quando ebbi 17 anni dissi ad Harry e Kevin che volevo volare, esplorare la galassia e scoprire nuove stelle e pianeti : questo era il mio sogno. Nessuno di loro due si oppose alla mia scelta, sapevano bene cosa voleva dire inseguire un sogno, entrambi fecero così quasi alla mia stessa età. Fu così che dal sistema in cui ci trovavamo partì alla volta di LHS 3447 e come partì è la cosa divertente, diciamo divertente...
Infatti pochi giorni prima della mia partenza Harry e Kevin mi volevano regalare l'imperial eagle per avere almeno delle buone difese in caso qualche mal intenzionato avrebbe creduto che io fossi un mercante con chi sa quali merci. Ebbene io naturalmente... rifiutai! Dissi ad entrambi che non era il caso e che una nave che desse meno nell'occhio era la cosa migliore e quindi comprai un bellissimo sidewinder...mai scelta fu più sbagliata. Comunque partii con 100k cr, volevo rifiutare anche questi ma mi sembrava troppo brutto dire nuovamente di no e meno male che non lo feci. La destinazione era dunque lhs 3447 ma non potevo affrontare più di 1000 anni luce a bordo di un patetico sidewinder, che a malapena volava normalmente. Fu compito di Harry e Kevin riportarmi verso la società. Mi lasciarono infatti a pochi anni luce da lhs 3447 e ripartirono per casa, li salutai affettuosamente e dissi di salutarmi Mary e Taylor, le loro mogli. Appena la nave fu fuori dalla stiva salì dentro, salutai per l'ultima volta Harry e Kevin con la promessa di scrivergli e di tornare a trovarli abbastanza spesso. E non ci pensai 2 volte: impostai la rotta per lhs 3447 e preparai la nave per il salto 5 4 3 2 1.... e nulla, non accadde nulla.Kevin mi disse "ti sei scordato della stella?" Beh cosa volevo...in effetti ero nelle vicinanze della stella del sistema, fortuna che anche i sidewinder hanno i giusti sistemi di sicurezza... quindi mi allontanai e di nuovo feci il conto alla rovescia 5 4 3 2 1... whooom! Questa volta la nave saltò ed io insieme a lei con un urlo di gioia. Tempo 5 minuti ed ero a lhs 3447. Da quel momento fui solo nell'infinita grandezza dello spazio ed è li che la vera storia comincia. Naturalmente sapevo che dovevo darmi subito da fare. Per fortuna non dovevo spendere soldi per l'equipaggiamento della nave che non era il massimo ma mi andava bene, dovevo pagarmi solo la benzina ed il cibo, o almeno così credevo. Quindi iniziai a cercare qualche lavoro abbastanza remunerativo ed in una stazione orbitale trovai quello che faceva al caso mio: avevano bisogno di un trasportare di merci comuni a pochi anni luce di distanza e pagavano anche abbastanza bene. Senza pensare accettai il lavoro. Le prime 4-5 missioni andarono bene ma poi successe l'inferno.
Ero nel sistema di Chamunda quando fui sbalzato fuori dalla velocità di crociera. Mi ritrovai i motori in avaria e il fsd in raffreddamento. Non ebbi il tempo di pensare che un eagle sbucò alle mie spalle e mi arrivò un messaggio in chiaro contenente la richiesta di lasciare tutto il carico in cambio della vita. Sapevo che ero nei guai ma non volevo accettare tale ricatto. Appena i motori tornare in funzione partii a razzo con una curvatura di 90° in verticale così da ritrovarmi sopra la nave nemica, nel frattempo estrassi i 2 pulse laser e aprì il fuoco. Meno male che ebbi la ben più intelligente idea di mandare un s.o.s alla stazione più vicina. Infatti i danni da me provocati alla nave del pirata furono del tutto insignificanti mentre quando fu lui ad aprire il fuoco verso di me i miei scudi furono a terra nel giro di 5 secondi. Devo constatare però che mi esposi fin troppo al fuoco nemico. Non avevo tempo da perdere, ripartii tutta l energia ai motori e al sistema e con delle veloci virate mi levai dal fuoco. Ma la mia fuga durò poco. Infatti mi ritrovai il pirata alle costole e fui costretto ad un altro treno di virate. Nel frattempo lo scudo era di nuovo carico e per fortuna non avevo subito danni ingenti allo scafo, o almeno così i sensori indicavano. Virai di nuovo e stavolta fui sotto di lui e dopo una rapida rollata aprì il fuoco e colpì il suo power plant. Pensavo che questo provocasse dei seri danni alla sua nave ma non fu così. Infatti gli scudi non persero energia e il pirata si tolse dalla mia linea di fuoco. Ero diventato di nuovo la preda. Trasferì tutta l'energia ai motori e feci del mio meglio per evitare i laser. Ma non mi andò molto bene... i laser mi colpirono nuovamente e gli scudi furono di nuovo a terra e questa volta non si rialzarono più. La fortuna vuole che in quel momento arrivino i federali, i quali, analizzando la situazione aprirono il fuoco sul pirata riuscendo a mettere fuori uso la nave. Fui veramente fortunato. Successivamente caricarono il pirata sulla loro nave per condurlo in prigione. Scoprì in seguito che quel pirata era in possesso di antichi manufatti che valevano qualche centinaio di migliaia di cr... Se fossi riuscito a far esplodere la nave avrei potuto recuperare quei manufatti e rivenderli da qualche parte guadagnandoci parecchio...e invece no.
Pare che la sfortuna sia sempre dalla mia parte. Ma vabbè pensai tanto alla fine la fortuna gira. Dopo questo episodio i federali mi fecero notare una fessura nello scafo che non era segnalata dai sistemi di bordo... Quindi portai la nave da un meccanico il quale mi disse che la nave era combinata molto male. Diagnosticò avaria nei sistemi di bordo e nei motori inoltre una fessura si stava aprendo nello scafo. Non ci volevo credere, neanche 3 giorni e già avevo distrutto la nave...
Immagine

Avatar utente
FRANKS_ITA
Sergente
Messaggi: 22
Iscritto il: martedì 4 luglio 2017, 17:31
Piattaforma: PS4
bio: www.davincicorp.it/bio.html@560
"mi piace" dati: 9 volte
"mi piace" ricevuti: 4 volte

[DIARIO DI BORDO] CMDR FRANKS_ITA

Messaggioda FRANKS_ITA » giovedì 17 gennaio 2019, 22:44

Porca miseria è la quinta volta che scrivo questo file di log... c'è qualche strana interferenza, forse data dal buco nero nelle vicinanze. Ho scoperto allora che l'srv non tiene le frequenze dei buchi neri... fantastico. Ma devo continuare a narrare la mia storia.
Dopo aver riparato la nave rimasi un po' in stazione a bighellonare qua e la e scoprì che esistevano dei mercati dove si potevano vendere oggetti diciamo..."dalla dubbia provenienza". Mi misi in affare con un altro pilota, facemmo tanti soldi, comprai anche una nuova nave, un cobra mk3 con la quale ho passato tantissimo tempo e fatto di tutto e di più. Una nave fantastica veramente. Comunque tutto andava per il meglio quando facemmo un colpo veramente grosso rubando tanto di quel carico che una parte dovemmo abbondarla perchè non avevamo spazio nel cargo, quando al momento di intascare il bottino ci fu una retata da parte dei federali... Gran guaio ma la cosa peggiore è che fu il mio "collega" a venderci per guadagnarsi l'immunità. Non ebbi tempo di pensare, salì sulla nave ed accesi i motori e sfrecciai senza chiedere autorizzazioni di volo fuori dalla stazione. Ripartii immediatamente l'energia ai motori e agli scudi e calcolai il salto per il sistema più vicino. Saltai una volta e poi ancora un'altra fin quando non fui sicuro di avere il tempo per fare una rotta più accurata. Finii dalle parti di Lave quando dockando alla stazione tra i vari mercati mi accorsi di una merce rara che sicuramente sarebbe costata tanto in zone lontane. Così scoprii che esistevano mercati che producevano merci rare ed iniziai a viaggiare tra questi sistemi per poi rivendere queste merci lontano. Fu durante questo periodo che scoprii la Dvc. Mentre dockavo ad una stazione, che poi sarebbe diventata la mia casa, la Guidoni Dock, vidi una statua raffigurante l'uomo vitruviano. Fu amore a prima vista. Così cercai informazioni e presentai domanda per l'arruolamento. Mi sottoposero ad un test per entrare in una delle tre aree della Dvc. Tra Ase, Aci, e Atm scelsi l'ultima poichè con il commercio pensai che si facevano i miliardi e sarei diventato veramente ricco. Beh non mi sbagliai di molto. Le prove furono abbastanza facile da passare e fu così che diventai un effettivo della Dvc. Tra le mie manzioni giornaliere ora dovevo pensare anche ai progressi della corporazione ma la cosa non mi preoccuppava. Ma un giorno mi dovetti allontare dalla bolla dvc per sistemare alcuni affari e fu durante questo periodo che feci tantissimi soldi. Venni a conoscenza di certi carichi di schiavi imperiali che dovevano essere trasportati da xuanduna a yenistani. Mi misi quindi a fare avanti indietro per un guadagno veramente alto. Dico solo che mi comprai un type-9 e iniziai a fare i milioni ad ogni salto. Alla fine lasciavo la nave li e tornavo in bolla per il week end con il mio bellissimo aspx. Partecipai alla mia prima war in Dvc a Njikit dove vincemmo senza problemi. Mi accorsi però che il livello dei piloti era alto e senza qualcuno a levarmi dai guai grossi avrei faticato con il cobra, forse era giunto il momento di cambiare nave... Fu così che comprai un vulture, nave attualmente fittata per combattere i thargoids. E' una nave combat oriented bella compatta e veloce. Fui soddisfatto dalla sua agilità e ci feci ben altre 2 war. Nel frattempo mi venne in mente di mettermi anche a servizio della federazione e in un paio di mesetti ottenni il permesso di comprare la federal corvette. Ah questa nave, è qualcosa di assurdo, non troppo agile ma è una cannoniera che spazza via qualunque cosa si trova davanti. Intanto il tempo passava ed io scoprivo sempre nuove cose e continuavo e sorprendermi di quanto fosse speciale questo mondo.

Penso che per oggi basti, devo rientrare nella nave che fra poco mi tocca ripartire altrimenti resto indietro...

Un saluto da The view a @Astinius, @Alphetto, @Ragnar Black-Mane, @TheMind, @uzielscift, @zobolizat e @Immanuel Keller anche loro impegnati nella spedizione dw2 per scoprire e svelare i segreti dell'universo. Ma questa è un'altra storia.
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
Immagine

Avatar utente
FRANKS_ITA
Sergente
Messaggi: 22
Iscritto il: martedì 4 luglio 2017, 17:31
Piattaforma: PS4
bio: www.davincicorp.it/bio.html@560
"mi piace" dati: 9 volte
"mi piace" ricevuti: 4 volte

[DIARIO DI BORDO] CMDR FRANKS_ITA

Messaggioda FRANKS_ITA » martedì 3 dicembre 2019, 15:37

Ok, non pensavo fosse così tosta, Dw2 ti mette veramente alla prova, non credo che rifarò mai una cosa del genere, sono ancora a beagle, fermo in mezzo allo spazio più profondo, 40 mila anni luce mi separano dalla stazione più vicina e circa 80 mi separano dalla civiltà.
Come mercante sono abituato ai viaggi, ho trascorso tantissimo tempo alla mappa galattica, ma mi sono reso conto che l'esplorazione pura è un'altra cosa, sei solo in mezzo allo spazio gelido, circondato da sassi e stelle, e non vedrai altro per mesi.
Certo, alcune volte la fortuna ti sorride e ti imbatti in pianeti strani, esotici, dalla composizione rara, oppure ti imbatti in nebulose magnifiche che ti fanno sentire ancora più minuscolo di quanto tutto il resto non faccia già.
Oppure ancora ti trovi davanti a mostri cosmici, abissi di radiazioni pronti a triturare ogni particella che entri nelle loro fauci, ma tutto questo ne vale la pena?
Da buon commerciante non posso non esimermi da una valutazione tempo/guadagno, e certo, il guadagno è alto, ma lo è anche il tempo. Certo è che ho incontrato tantissimi altri piloti durante la rotta, forse più di quanti ne avrei incontrato durante un viaggio commerciale, e con buoni propositi, abbiamo addirittura collaborato per uscire da alcune situazioni non proprio semplici, certo è che ho visto paesaggi estasianti, l'esplorazione ha il suo fascino, un fascino bello e terribile allo stesso tempo.
Che poi dico io ma una ***** di stazione di ***** la potevano mettere a beagle mannaggia a loro.
La cosa che mi manca di più è saltare a xuanduna, fare il pieno di schiavi imperiali e rivenderli in giro per il buon vecchio yeni, ahh che ricordi, che tempi. Penso che se torno mi faccio una bellissima nave da pirata e me ne vado ad hackerare navi mercantili e a rubarne il carico, dovrei riprendere dei vecchi contatti.
HO BISOGNO DI ADRENALINAAA
La cosa che mi preoccupa è la nave, ho subito danni pesanti da un pirata a caccia di dati che voleva abbattermi, mi ero dimenticato di essere in aspx e volevo tenergli testa, non è andata benissimo, sono rimasto con il 35% di integrità allo scafo, l'fsd ha il 40%, l' fsd guardian booster ha il 15%, il resto sta sugli 80%, fortuna che ho ancora delle cariche di afmu, le userò sugli fsd, le neutron li fondono che è una bellezza. Poi mi ero anche schiantato contro una stella e stavo finendo arrostito ma, ehy, quella è stata colpa del computer di bordo e della sua cavolo di intelligenza artificiale dei miei ********
Io voglio conoscere chi l'ha ideata per fargli fare un giro a bordo, non ho più l'assistente da quel salto, ed ancora dovevo arrivare a Sag*, bah.
Ho sentito tutta la musica che avevo per il viaggio e visto ogni serie mai esistita (tra quelle che ho copiato) , per il ritorno mi serve qualcosa, una tappa che mi intrighi, che valga la pena di visitare, se mi avvicinassi al centro galattico opterei per visitare solo stelle che possano ospitare elw e ww, almeno faccio ancora più soldi, ma nel frattempo devo ri-affrontare l'abisso, più che altro è palloso dato che devo plottare a mano perchè la stupidità artificiale non ci arriva da sola...
Ho visto che ci sono dei siti già scoperti qui intorno, quasi quasi ci faccio un salto. Chiudo.
Immagine

Avatar utente
FRANKS_ITA
Sergente
Messaggi: 22
Iscritto il: martedì 4 luglio 2017, 17:31
Piattaforma: PS4
bio: www.davincicorp.it/bio.html@560
"mi piace" dati: 9 volte
"mi piace" ricevuti: 4 volte

[DIARIO DI BORDO] CMDR FRANKS_ITA

Messaggioda FRANKS_ITA » mercoledì 4 dicembre 2019, 18:37

Allora da dove cominciare... ah si, sto rifornendo la nave vicino ad una stella di classe M poichè sono forse perso per sempre ai confini dello spazio.
Avevo pianificato un viaggio passando per un pezzetto della regione nota come abisso, avevo letto di gente che vi ci era persa, ma non credevo che mi sarei perso anche io, in soli 2k ly. un niente, un un bicchiere d'aria gelido praticamente.
Sto provando a tornare a beagle, il problema è che devo aggirare la rotta che ho fatto usando una neutron, quindi devo coprire 250k ly in 4/5 salti da 62 ly, e poi arrivare alla neutron per tornare indietro dove ho visto esserci una maggiore concentrazione di stelle. Se mai tornerò avrò imparato che il computer di bordo non serve ad un cazzo.
Immagine

Avatar utente
FRANKS_ITA
Sergente
Messaggi: 22
Iscritto il: martedì 4 luglio 2017, 17:31
Piattaforma: PS4
bio: www.davincicorp.it/bio.html@560
"mi piace" dati: 9 volte
"mi piace" ricevuti: 4 volte

[DIARIO DI BORDO] CMDR FRANKS_ITA

Messaggioda FRANKS_ITA » giovedì 5 dicembre 2019, 1:07

Ok, la situazione è decisamente migliore, sono riuscito a tornare sui miei passi e sono arrivato in una zona esterna all'abisso, obiettivo un sistema denominato Nadelwald, contenente dei siti biologici abbastanza interessanti, l'attraversamento è ancora lungo, passerà molto tempo prima che arrivi a destinazione. Devo dire che avere delle tappe e sapere cosa ci si aspetta è più emozionante di andare alla cieca, anche se le sorprese, spero, non manchino durante il viaggio.
L'insonnia mi ha portato a fare più di quanto dovevo, il buon vecchio beagle point è ormai a più di 6k ly di distanza, abbiamo definitivamente lasciato l'abisso e siamo entrati nel formorian frontier, ora ci spetta tagliarlo in diagonale per quelli che sono 6k ly ad occhio e croce, per giungere al Nyauthai Beacon, prima tappa della mia spedizione, anche se sto notando che dalla posizione in cui sono potrei fare una deviazione per Nadelwald, così da raccogliere Yttrium e provare l'impossibile nei sistemi dell'abisso, ma comunque per ora sono solo speculazioni, domani a mente fredda prenderò una decisione.
Immagine

Avatar utente
FRANKS_ITA
Sergente
Messaggi: 22
Iscritto il: martedì 4 luglio 2017, 17:31
Piattaforma: PS4
bio: www.davincicorp.it/bio.html@560
"mi piace" dati: 9 volte
"mi piace" ricevuti: 4 volte

[DIARIO DI BORDO] CMDR FRANKS_ITA

Messaggioda FRANKS_ITA » sabato 7 dicembre 2019, 2:53

Aggiorno il diario per dire che oggi non ho viaggiato molto, ho provveduto a sistemare la rotta e renderla più piacevole per il ritorno, ho eliminato alcune tappe ostiche e sistemato delle cose in cabina, devo assumere qualcuno per le pulizie, almeno avrò un po' di compagnia...
Sono lontano 1800 ly dalla mia prima tappa, l'integrità della nave è al 28% dovrò stare attento, non vedrò una base per un bel po' di tempo, intorno alla 5° tappa dovrò vedere se c'è una stazione nel raggio di 3k ly, sono disposto a farli per non esplodere, anche il triplo in realtà, se dovessi riportare ancora danni la visita sarà forzata, da beagle ero partito con il 32 se ricordo bene, quindi la cosa inizia a preoccuparmi un po'; in realtà sono stato stupido io perchè per 2 volte sono uscito dalla modalità di crociera in modo forzato a causa di un errore di corrente, non dovrebbe ricapitare anche perchè ho riparato sia l' fsd che il guardian booster...

Allego i vari waypoints:
1\\\ Beagle point ///
2\\\ Nyauthai Beacon ///
3\\\ Tellurium Fields ///
4\\\ Curie's Vault ///
5\\\ Kalipheron ///
6\\\ Seven Sages ///
7\\\ Shadow Geysers ///
8\\\ The Four Muses ///
9\\\ ***Missione girotondo*** Distant Tan ///
10\\\ ***Missine scalata*** Mount Glenn //
11\\\ ***Missione investigazione *** Maledictus Luna ///
12\\\ Trefoil ///
13\\\ Karmeliet ///
14\\\ 'Twin's Tears' ///
15\\\ Angustia Trinity ///
16\\\ The Far Bridge ///
18\\\ Rings Shore ///
19\\\ ***Danger *** 'Opposites'///
20\\\ Lumina Caelum ///
21\\\ Triptych in Bronze ///
22\\\ Oceanus Coelis ///
23\\\ Three Angels of Death ///
24\\\ Komarov’s Canyon ///
25\\\ Crippen’s Basin ///
26\\\ Salomé's World ///
27\\\ Doom Geysers ///
28\\\ Doom Geysers Base Camp :) ///

Bene, finalmente sono arrivato a Nyauthai Beacon, belle stelle, stanotte si dorme nello spazio, non ci sono pianeti dove scendere, ma poco male la vista ripaga.
Immagine

Avatar utente
FRANKS_ITA
Sergente
Messaggi: 22
Iscritto il: martedì 4 luglio 2017, 17:31
Piattaforma: PS4
bio: www.davincicorp.it/bio.html@560
"mi piace" dati: 9 volte
"mi piace" ricevuti: 4 volte

[DIARIO DI BORDO] CMDR FRANKS_ITA

Messaggioda FRANKS_ITA » domenica 8 dicembre 2019, 2:26

Oggi il viaggio è stato molto breve, dovevo coprire solo 4k ly per arrivare a Tellurium Fields, ho fatto rifornimento e goduto un po' del paesaggio, anche se è stata sempre notte nella luna dove sono sceso...
Ora dovrò fare 11k ly per arrivare a Curie's Vault.
Immagine


Torna a “Diari di bordo”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti