CMDR ZOBOLIZAT

Sezione dedicata ai diari di bordo e biografie dei vostri CMDR
Avatar utente
zobolizat
Sovraintendente
Messaggi: 139
Iscritto il: sabato 3 febbraio 2018, 20:23
Località: rieti
Piattaforma: PS4
bio: www.davincicorp.it/bio.html@727
"mi piace" dati: 4 volte
"mi piace" ricevuti: 33 volte

CMDR ZOBOLIZAT

Messaggioda zobolizat » venerdì 18 maggio 2018, 23:28

Sistema WOLF 1230, stazione orbitale Guidoni Dock, settore B2, 18 Maggio 3304

Gli ultimi quattro giorni passati a sbattere su e giù per i nostri sistemi tra Anandine, Iktomisi, e Cifferri Ring, dove ho finito l'upgrade del mio FSD...

Il mio buon vecchio Asp, rinforzato da moduli importanti e di grado A, e pronto ai blocchi di partenza...

Fa freddo qui nel mio studio, ma devo rimanere ancora un poco per spuntare gli ultimi dettagli del mio prossimo viaggio.... aiutare ancora un pò la DVC nei settori caldi e poi partire o partire giò domani? I superiori mi hanno dato libera scelta senza obblighi... vedrò il da farsi. Per ora ho ancora da studiare.

La testa comunque piena di pensieri!
Ad Maiora
Immagine

Avatar utente
zobolizat
Sovraintendente
Messaggi: 139
Iscritto il: sabato 3 febbraio 2018, 20:23
Località: rieti
Piattaforma: PS4
bio: www.davincicorp.it/bio.html@727
"mi piace" dati: 4 volte
"mi piace" ricevuti: 33 volte

CMDR ZOBOLIZAT

Messaggioda zobolizat » domenica 20 maggio 2018, 17:54

Sistema WOLF 1230, stazione orbitale Guidoni Dock, hangar nr. 23 settore B2, 20 Maggio 3304

Sono le 17:30 di una domenica pomeriggio, ed io sto scrivendo queste righe a bordo della mia AMG SEBASTIANI, dove ho sistemato le ultime cose
prima della partenza per la mia prima lunfa esplorazine.

Praticamente farò il giro di un quarto di galassia, per arrivare a Sag A, il centro dove tutto è nato: il sistema Sol, la Terra, i miei antenati e loro lunghi viaggi interstellari dei secoli scorsi, fatte con scatole di latta in confronto alle navi di oggi, che mi hanno consentito di nascere e cresceree qui a Wolf 1230. Anche per ossequio al loro coraggio devo affrontare questo primo lungo viaggio.

Chè non si tratta semplicemente di arrivare a Sag. A, o il prossimo, in futuro, a Beagle Point, solo per dimostrare di essere in grado e riportare a casa la stellina o la promozione; piuttosto è il viaggio in sè stesso, il guardare con i miei occhi e arrivare con la mia nave dove è giusto che si debba arrivare, almeno per ora.

La guarra ad Anandini è stata, come al solito, un successo, Iktomisi è nostro e anche la situazione negli altri sistemi sembra essersi calmata. Ciò mi consente di andare via tranquillo (non che la mia amata DVC non possa sopravvivere senza di me...), ed anche il Cobra, mio fedele compagno nelle ultime settimane, può rtientrare in hangar conscio di aver fatto il proprio dovere. Al mio ritorno, fra un paio di mesi, sarà di nuovo operativo.

Ho salutato i bambini dalla mamma, ho partato loro il mio cane, ho spento le luci in casa e salutato chi c'era all'Atomic...

3...2...1... I will fly safe.
Ad Maiora
Immagine

Avatar utente
zobolizat
Sovraintendente
Messaggi: 139
Iscritto il: sabato 3 febbraio 2018, 20:23
Località: rieti
Piattaforma: PS4
bio: www.davincicorp.it/bio.html@727
"mi piace" dati: 4 volte
"mi piace" ricevuti: 33 volte

CMDR ZOBOLIZAT

Messaggioda zobolizat » martedì 29 maggio 2018, 23:35

Sistema NGC 3590 36, 28 Maggio 3304

Oggi ho raggiunto il primo waypoint del mio viaggio verso Sag A.

Ci ho messo qualche giorno in più del previsto, ritardo dovuto al fatto che un paio di giorni non ho potuto volare, un pò per stanchezza, un pò per sistemare meglio la stiva rispetto a come l'avevano messa su quelli della logistica a Guidoni Dock.

Per il resto non ho niente di particolare da segnalare. I 151 sistemi attraversati non hanno offerto di più che un Ammonia e un Water World, ed anzi, la maggior parte erano praticamente vuoti.

L'unica nota dolente è che, secondo la mappa stellare che ho consultato, qui avrei dovuto trovare cose strabilianti, invece ora non vedo niente di più
che i soliti giganti gassosi. Delle due l'una: o hanno aggiornato le mappe, o chi ha scoperto il sistema per primo, ossia il cmdr Finwen il 23 Agosto 3301, ha sbagliato in qualche maniera la trascrizione del sistema.

Fatto sta che dell'Ammonia World e dell'Earth-Like World non ve n'è traccia.

Il prossimo way point dista solo 721 ly, ossia 21 salti secondo il simulatore di rotta del mio Asp.
Visto che ci sono, e che la seconda tappa è abbastanza semplice, andrò a visitare un sistema qui vicino, sempre nello stesso settore, dove, almeno da quel che promette la mappa, dovrei trovare due buchi neri che giocano a palleggiarsi un gigante gassoso, che resta sospeso tra le due forze opposte di gravità

Vedremo...Comunque ora vado a dormire, non prima di aver allegato a queste riche una delle tante foto che ho scattato, a dimostrazione dell'abbagliante bellezza della Via Lattea.
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
Ad Maiora
Immagine

Avatar utente
zobolizat
Sovraintendente
Messaggi: 139
Iscritto il: sabato 3 febbraio 2018, 20:23
Località: rieti
Piattaforma: PS4
bio: www.davincicorp.it/bio.html@727
"mi piace" dati: 4 volte
"mi piace" ricevuti: 33 volte

CMDR ZOBOLIZAT

Messaggioda zobolizat » domenica 10 giugno 2018, 8:58

Sistema Eta Carinae, 10 Giugno 3304

Riprendo in mano il mio diario di bordo per segnalare che, dopo ben 20 giorni di viaggio e più di 7.000 ly percorsi... non ho nulla da segnalare.

La rotta che ho studiato prima di partire è più trafficata del tragitto tra Guidoni Dock e Ciferri Ring, con il risultato che i sistemi da me incontrati sono stati già scoperti da altri prima di me.

Dunque niente di nuovo da portare a casa, nè materiale per riempire un pò di bullettin... Coì ho deciso di prendermela con calma, scrivere un bel pezzo per il Corriere Vitruviano, e stare un pò più a lungo in video chiamata con i bambini.

Le condizioni della nave sono ottime, a parte un paio di disattenzioni, dovute per lo più alla noia ( stavo cambiando playlist ), ma il mio Asp va alla grandissima.

Da oggi però cambio regime, se voglio dare un senso a questo viaggo, che non si traduca in mero salta da una stella all'altra. Quindi magari, raggiunto il prossimo waypoint, a non più di 15 salti di distanza, mi dedicherò a farmi un giro nei sistemi li intorno, cercando quache cosa di interessante da rilevare.

Ne riparleremo nei prossimi appunti...
Ad Maiora
Immagine

Avatar utente
zobolizat
Sovraintendente
Messaggi: 139
Iscritto il: sabato 3 febbraio 2018, 20:23
Località: rieti
Piattaforma: PS4
bio: www.davincicorp.it/bio.html@727
"mi piace" dati: 4 volte
"mi piace" ricevuti: 33 volte

CMDR ZOBOLIZAT

Messaggioda zobolizat » lunedì 11 giugno 2018, 22:04

Settore Eta Carina JH-V c2-0, 11 Giugno 3304

Come mi ero ripromesso, ieri poi alla fine ho cambiato rotta.

Dopo essere ripartito ed aver affilato sei sistemi tutti già visitati, ho deciso di sterzare per andare ad esplorare la nebulosa Eta Carina, una cosa d'altra parte da togliere il fiato, e da li' ho calcolato il mio nuovo percorso, che punta dritto verso Sag. A passando sicuramente per tre sistemi con altrettandti buchi neri e 4 nebulose.

Tirando dritto verso il centro accorcierò di molto la lunghezza del viaggio: magari riuscirò a tornare in tempo per l'ultimo giorno di scuola dei bambini.

Quindi gambe in spalla e buona esplorazione: sento l'entusiasmo dei miei primi giorni di accademia!

Intanto il mio contattatore mi dice che è scoppiata la guerra ad Njikit, e cre3do che parecchi miei colleghi ASE abbiano ritardato le varie partenze per partecipare alle operazioni, che porteranno, come sempre, ad un sicuro successo.

Per aspera ad astra
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
Ad Maiora
Immagine

Avatar utente
zobolizat
Sovraintendente
Messaggi: 139
Iscritto il: sabato 3 febbraio 2018, 20:23
Località: rieti
Piattaforma: PS4
bio: www.davincicorp.it/bio.html@727
"mi piace" dati: 4 volte
"mi piace" ricevuti: 33 volte

CMDR ZOBOLIZAT

Messaggioda zobolizat » domenica 17 giugno 2018, 19:23

Settore BYOI EUR RU-R C4-6, 17 Giugno 3304

Il viaggio verso Sag. A è veramente lungo, e mi rallegro con me stesso per avere cambiato rotta ed avere tirato dritto verso il centro della Galassia.
Non sono ancora a metà del viaggio di andata, e già comincia ad affiorare la stanchezza.

I sistemi che sto incontrando sono tutti inesplorati, ma per forza di cosa non posso fermarmi in ognuno a scannerizzare tutti i corpi celesti presenti.
Tra l'altro ce ne sono alcuni che sono veramente estesi, con centinaia di migliaia di ls di distanza tra la stella principale e la luna più distante: per quanto la mia nave sia in ottima forma, non posso davvero soffermarmi su tutto.

C'è però da dire che le soddisfazioni non mancano : un paio di Water world e, finalmente, anche la scoperta di un Earth like.

Poi anche sistemi con più stelle, magari attaccate a quella principale, che quando ci arrivi dentro c'è il rischio di non avere materialmente lo spazio per uscire dal salto senza finirci sopra.

Ad oggi mancano ancora 100 salti per V1033 SCORPII, mio prossimo Way Point dov'è presente un buco nero che sta succhiando energia dalla stella compagna, creando degli anelli di accrescimento intorno ad esso, con emissione di particelle subatomiche con velocità prossima a quella della luce.

Ci rivediamo lì...

Per Aspera ad Astra
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
Ad Maiora
Immagine

Avatar utente
zobolizat
Sovraintendente
Messaggi: 139
Iscritto il: sabato 3 febbraio 2018, 20:23
Località: rieti
Piattaforma: PS4
bio: www.davincicorp.it/bio.html@727
"mi piace" dati: 4 volte
"mi piace" ricevuti: 33 volte

CMDR ZOBOLIZAT

Messaggioda zobolizat » lunedì 25 giugno 2018, 19:22

Sistema PRIELUIA PN-C B13-1, 25 Giugno 3304

Scrivo nel tardo pomeriggio di oggi, lunedì, 25 Giugno 3304.
Gli ulktimi 8 giorni di viaggio sono scorsi abbastanza tranquillamente, salvo una piccola disattenzione lungo gli anelli di un gigante gassoso che hanno prodotto qualche piccolo danno allo scafo della nave: niente di preoccupante, 98% di integrità.

Devo invece annotare la brutta esperienza avuta arrivando a V1033 SCORPII. Sapevo che c'era un buco nero, e sono andato lì apposta per vederlo, ma non mi aspettavo certo di uscirgli dal salto iperspaziale proprio in bocca. Il sistema è binario certo, ma sinceramente non ero pronto ad una eventualità del genere. Dunque esco dall'iperspazio e mi trovo davanti alla bocca del buco nero, pronta a fagocitarmi. Non so se è stato un errore mio, o se i sistemi della nave sono andati in avaria per le onde gravitazionali del gigante che avevo davanti, ma fatto sta che va tutto in tilt, tranne i motori che, incredibilmente, continuano a rispondere ai comandi. Niente scanner, niente FSD, niente di niente: siamo io, la nave, i suoi motori contro un buco nero.
Prendo una bella boccata d'ossigeno, cerco di rimettre in linea di galleggiamento la nave, e provo a spegnere tutto... Attimi di paura... poi di nuovo tutte le lucine tornano a posto, gli scanner e lo FSD riprendonmo a rispondere, e posso ripartire! Stavolta ho rischiato davvero grosso.

La ricompensa l'ho avuta però transitando per la nebulosa NGC 6357: come sempre da rimanere senza fiato !

Il mio prossimo way point sarà di nuovo un buco nero, ad una sessantina di salti di distanza dal sistema dove mi trovo ora, ma non è detto che, strada facendo, cambi idea.

Per il resto niente altro da segnalare, se non la luce sempre più abbagliante del centro della galassia che si avvicina, e la presenza di molti sistemi con più di una stella vicina l'una all'altra. Niente pianeti, però, deggni di nota da scannerizzare. Non sto a fermarmi quindi in ogni sistema, cerco piuttosto di velocizzare il viaggio.

Per Aspera ad Astra
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
Ad Maiora
Immagine

Avatar utente
zobolizat
Sovraintendente
Messaggi: 139
Iscritto il: sabato 3 febbraio 2018, 20:23
Località: rieti
Piattaforma: PS4
bio: www.davincicorp.it/bio.html@727
"mi piace" dati: 4 volte
"mi piace" ricevuti: 33 volte

CMDR ZOBOLIZAT

Messaggioda zobolizat » martedì 31 luglio 2018, 20:41

SistemaBYOOMAO MH-D C15-5407, 31 Luglio 3304

Scrivo dal centro della Galassia, come un funambolo in equilibrio sul filo sottile della rotta che lega Sagittarius A a Colonia. Mancano 240 sali all’outpost, ne ho fatti appena 38 dal buco nero più grande della Via Lattea. Posso dire che ho iniziato il viaggio di ritorno, che finalmente mi riporterà a casa, o, in alternativa, che sto faticosamente raggiungendo il primo outpost disponibile e riposare un poco.
La strada per Wolf 1230 è ancora lunga, anzi lunghissima, e non vedo l’ora di arrivare a Colonia per uscire un poco dalla mia nave e scambiare qualche parola con qualcuno in carne ed ossa. E’ più di un mese ormai che parlo solo con i bambini in video chiamata, o ho contatti con Ciferrri Ring con il mio contattatore da polso, o sento solo la voce metallica della Galnet via radio. Tra l’altro qui, così lontano dalla Bolla, la linea comincia ad essere disturbata, non so se per via del maggior pulviscolo interstellare, più denso qui al centro, o se a causa semplicemente della distanza che comincia ad essere notevole, o se per una combinazione dei due. Fatto è, comunque, che ho una gran voglia anche di una bella birra ghiacciata.
Ho passato l’ultima settimana di navigazione fermo per delle piccole riparazioni prima, e per un fortissimo raffreddore poi, dato che l’impianto di umidificazione dell’aria si era starato insieme ad altri controlli sul computer centrale, un po' affaticato dopo un viaggio così lungo. Anche per questo voglio arrivare al più presto a Colonia, per dare una bella risistemata alla mia AMG SEBASTIANI.
Come ho già scritto, il viaggio è molto lungo, e tra la noia e la voglia di tornare sto perdendo di vista il dovere/piacere di esplorare i sistemi che mano mano attraverso. Non che abbia incontrato cose trascendentali, sia chiaro, e, tra l’altro, sulla rotta che sto seguendo alcuni sistemi sono stati già esplorati da altri, segno di una pista battuta da tempo. A questo proposito una piccola curiosità: ho incontrato un sistema già visitato da un italiano, il cmdr, udite udite, PIANOPIANO: dovremmo reclutarlo a forza nella DaVinci.
In realtà, aldilà della noia e malinconia passeggere, sto vivendo un’esperienza bellissima, e se da una parte spero di ritornare presto a casa, anche per poter seguire, e raccontare, più da vicino l’espansione della nostra amata Corp, dall’altra mi dico che una cosa così intensa probabilmente non mi ricapiterà facilmente di viverla: il centro della Galassia!
E’ che la stanchezza, e la quotidianità dei giorni in solitaria, non mi fanno apprezzare in pieno il fatto di essere, davvero, al centro del mondo. Farò altre esplorazioni, certo, ma difficilmente saranno più appaganti e piene di questa. Così continuo a saltare di sistema in sistema, con un cielo stellato fuori dal mio abitacolo che acceca, sfiorando mondi sconosciuti, giganti gassosi che si susseguono coma alberi sulla strada e che scompaiono indietro come figure appena intraviste di notte su un’auto in corsa.
Sono sul ponte della mia astronave, e, ammirando tutta questa grandezza, mi sembra di tornare bambino quando sbirciavo dal buco della chiave la stanza dei miei, cercando di rubare qualche momento di un mondo più grande di me.
Mi abituerò mai a tutto questo ?

Per Aspera ad Astra
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
Ad Maiora
Immagine

Avatar utente
zobolizat
Sovraintendente
Messaggi: 139
Iscritto il: sabato 3 febbraio 2018, 20:23
Località: rieti
Piattaforma: PS4
bio: www.davincicorp.it/bio.html@727
"mi piace" dati: 4 volte
"mi piace" ricevuti: 33 volte

CMDR ZOBOLIZAT

Messaggioda zobolizat » lunedì 6 agosto 2018, 20:04

Sistema COLONIA, 04 Agosto 3304

E’ appena passata l’una di notte, e butto giù queste quattro righe da una scarna stanza di albergo qui a Jacques Station, per registrare il mio approdo a alla stazione orbitale nella tarda serata di ieri, sabato 03 Agosto 3304.
Mi fermo di fronte alla stazione orbitale, riattivo la mia AMFU, riparo ed attivo il sistema di atterraggio automatico, e richiedo l’autorizzazione… Una prima volta negata… Ripeto la richiesta, ed ecco che mi si aprono le porte per il dock 33. Manetta a zero, un po' di batticuorre, ma il mio Asp risponde agli ordini del sistema di atterraggio dolcemente, e così, dopo più di due mesi, innumerevoli salti, migliaia di pianeti, tre nebulose, tre buchi neri e il centro della galassia, eccomi qui di nuovo in mezzo ad una stazione orbitale.
Il traffico all’interno è parecchio, e devo mettermi in fila ed aspettare due Orca che, a loro volta, aspettano per uscire, prima di posarmi al dock assegnatomi. La nave si appoggia docilmente a terra, e, come un cane con la lingua di fuori dopo una lunga corsa, sembra posare anche il muso per riposare meglio.

Nell’hangar posso allora scendere dalla nave, e mi dirigo stanco verso il bar dove prenoto questa stanza per la notte e, finalmente, ordino qualcosa di vero da mangiare, oltre che da bere. Mi guardo un po' in giro, non c’è tanta gente, e quei pochi che girano sembrano spersi come me, e comunque non sembrano interessati alla chiacchiera. Così scambio due parole di convenienza con il barista, pago, e me ne riscendo verso l’hangar, dove un gruppo di meccanici di turno sta dando una bella sistemata alla mia AMG SEBASTIANI. Do una controllata di massima al loro lavoro, gli lascio una bella mancia e le birre fresche che ho appena preso per loro al bar e, finalmente, vado alla mia stanza: una doccia vera e un letto vero!
Decido di dormire ad oltranza, anche se da fuori l’andirivieni delle navi e la voce metallica della torre di controllo non concili il sonno, ma almeno è qualcosa di diverso dal freddo ronzio della mia nave immersa nel buoi, e nel silenzio, dello spazio. Ora veramente si che inizia il viaggio verso casa… buonanotte!

Per Aspera ad Astra
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
Ad Maiora
Immagine

Avatar utente
zobolizat
Sovraintendente
Messaggi: 139
Iscritto il: sabato 3 febbraio 2018, 20:23
Località: rieti
Piattaforma: PS4
bio: www.davincicorp.it/bio.html@727
"mi piace" dati: 4 volte
"mi piace" ricevuti: 33 volte

CMDR ZOBOLIZAT

Messaggioda zobolizat » domenica 19 agosto 2018, 19:15

Sistema WOLF 1230, stazione orbitale Guidoni Dock, settore B2, 19 Agosto 3304

Ho riacceso le luci di casa ieri sera tardi, e, dopo die mesi e 29 giorni di assenza, ho avuto un pò di emozione a farmi scansionare l'iride dal mio apriporta: "Chissà se mi riconosce !?!" mi sono chiesto...
Fà sempre effetto tornare a casa, non c'è niente da fare, e già dopo 5 minuti, mentre ero affacciato alla finestra a godermi il panorama, con il vociare del passeggio sottostante e il sibilo di qualche sporadico veicolo che passava, mi sembrava di essere rientrato da mesi, ed i giorni di Sag. A parevano davvero lontani.
La voglia di essere di nuovo qui, riabbracciare i bambini - anche se li ho visti tutti i giorni in video chiamata - riprendere il cane e tutto il resto, mi ha fatto fare una scorpacciata di salti ieri: ben 101 !
Ancora non ho ancora ben digerito il lungo viaggio, ma di certo la prima cosa che mi viene da pensare è che passerà del tempo prima che intraprenda una nuova esplorazione così lunga.
Questa mattina sono stato a fare rapporto dai miei superiori, che mi hanno fatto i dovuti complimenti, ma mi hanno anche ricordato di non essere stato il primo ad arrivare fin lì, e, naturalmente, che non sarò neanche l'ultimo.
Non posso ancora vendere i dati esplorativi, in quanto devo attendere la fine della guerra a Velis, e la pubblicazone dei nuovi obiettivi. Così, per non sapere nè leggere nè scrivere, ho deciso di prendermi qualche mezza giornata di riposo, tanto per andare un pò a zonzo, portare fuori a mangiare la famigliola e tutto il resto.
La prima cosa che voglio fare appena venduti i dati è fare un giro per ingegneri per modificare lo FSD del Cobra, che ho una gran voglia di prendere, e poi fare un bel giro a Kammato per vedere e raccontare al Corriere Vitruviano qualche curiosità direttamente dal nostro obiettivo principe: una piccola avanscoperta.
Comprare una nuova nave? Non saprei: al momento non mi serve. Certo il buon vecchio Pitone in garage fa sempre un bell'effetto.
Vedremo...

Per Aspera ad Astra
Ad Maiora
Immagine


Torna a “Diari di bordo”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

cron